Lo storico punto d’appoggio per le salite sul Monte Rosa

Metri 3647 slm
Garstelet
GPS: 45° 53′ 58″ N, 7° 51′ 0″ E

Posti: 176 – Locale invernale: si – Posti invernale: 4

Posti in camerette da 4/6 letti a castello e dormitori comuni. Servizi e lavabi comuni, 5 docce. Illuminazione elettrica, chiamata radio di soccorso. Locale invernale con 12 posti letto, coperte, gas, materiale da cucina ed illuminazione, agibile quando la capanna è chiusa

Contatti: Rifugi Monterosa +39 348 1415490 tutti i giorni dalle 8:00 alle 20:00
E-mail: [email protected] – Sito: www.rifugimonterosa.it

Prenotazioni Capanna Gnifetti

Apertura

Apertura invernale: Attenzione: CHIUSO IN INVERNO. Aperto solo il locale invernale, non gestito, prenotazione non necessaria.

Apertura 2018: PRIMAVERA dal 10 marzo al 6 maggio – ESTATE dal 16 giugno al 9 settembre.

Importante: Si prega di verificare l’apertura degli impianti prima di organizzare la vostra gita: www.visitmonterosa.com

Tariffe per la stagione 2018

in aggiornamento

LA MEZZA PENSIONE INCLUDE: la cena (2 primi, 1 secondo con contorno, acqua, pane e dessert), il pernottamento, il sacco letto monouso in TNT, la colazione a buffet dolce & salato, tè per i thermos personali.
IL B&B INCLUDE: il pernottamento, sacco letto monouso in TNT, la colazione a buffet dolce & salato, tè per i thermos personali.

I prezzi indicati sono riservati ai soli soci CAI in regola con il tesseramento; per quanto riguarda le tariffe non soci CAI si applica l’aumento previsto dal regolamento.

Alla testata del bacino glaciale del Lys, posta a 3647 sul ghiacciaio del Garstlet, la Capanna Gnifetti dispone di 176 posti in camerette riscaldate da 6 posti (letti a castello) e 4 cameroni da 10/15 posti. E’ dotata di servizi e lavabi comuni, docce calde (1 gettone € 4 per la durata di 3 minuti circa, funzionanti solo nella stagione estiva, non in primavera), illuminazione elettrica, chiamata radio di soccorso, un locale invernale aperto nei periodi di chiusura del rifugio.
La Capanna Gnifetti è lo storico punto d’appoggio per le salite più impegnative, per la salita alla Capanna Margherita e le traversate in quota. La nuova gestione è particolarmente attenta al servizio e all’accoglienza. Il bar è stato ristruttarato ed è molto curato il servizio ristorativo.

La Capanna Gnifetti si raggiunge con un percorso su ghiacciaio di circa 1 ora e mezza dall’arrivo del nuovo impianto Passo Salati- Indren a 3275 m, con un dislivello complessivo di salita di 372 m. Il passo dei Salati si raggiunge con gli impianti Monterosaski da Alagna o da Gressoney La Trinité.
Il Monte Rosa è il principio e la continuità della storia di Alagna, il piccolo borgo Walser abbarbicato sotto la sua parete sud. I rifugi del Monterosa (Capanna Margherita, Capanna Gnifetti, Rifugio Pastore, Rifugio Carestia e Rifugio Barba Ferrero) fanno parte della sua storia e della sua tradizione alpinistica e sono il vanto della Sezione CAI Varallo che li ha voluti e gestiti da oltre 100 anni.


Il rifugio è raggiungibile:

– mediante funivia (impianto nuovo) da Alagna Valsesia mt.1181 al Passo dei Salati mt. 3000
dal Passo dei salati a Punta Indren (nuovo impianto) circa 1 ore di marcia
– da Gressoney al Passo dei Salati mt. 3000 e circa 2.30 ore di marcia

Da Alagna, per i valloni d’Olen e di Bors, ore 7 (itinerario 5)
Da Punta Indren ore 2

Percorsi escursionistici fino ai ghiacciai, quindi alpinistici.

Per informazioni sugli impianti di risalita: Alagna tel. 0163 922922, Gressoney tel. 0125 367111

Sala bar ristorante, self service, camerette e dormitori comuni.
Nei pressi la chiesetta della Madonna dei Ghiacciai.


Nel 1874 l’allora Succursale del Cai di Varallo deliberò una somma per l’erezione di una capanna che sarebbe dovuta sorgere alle falde della Piramide Vincent e si optò poi per le rocce che dividono i ghiacciai del Garstlet e del Lys. La nuova piccola capanna, praticamente un bivacco, era pronta e fu utilizzata nell’estate del 1876 ed inaugurata il 15 ottobre dello stesso anno.
Nel 1896 fu costruito un secondo più grande edificio e dieci anni dopo un terzo per poter ospitare il sempre maggior numero di ospiti. Il primo custode fu la guida Gilardi di Alagna nel 1897.

All’inizio del secolo si decise di costruire una grande capanna inaugurata il 6 settembre 1907 che sarebbe stata oggetto di un nuovo ampliamento nel 1937. Gli anni della guerra segnarono gravemente la struttura del rifugio che necessitò di grandiosi lavori. Nel 1965 venne approvato il progetto dell’attuale capanna che verrà approntata nel 1967 in concomitanza con il centenario della Sezione.
Le condizioni metereologiche e l’ubicazione stessa dell’edificio richiesero continue manutenzioni, rifacimenti, adeguamenti, migliorie che negli anni la Sezione ha continuato e continua tuttora ad operare per la salvaguardia della nostra Capanna.

Itinerari, escursioni, traversate o ascensioni possibili

Traversate:
Alla capanna Quintino Sella al Felik m 3585, ore 5.
Alla Monte Rosa Hutte per il colle del Lys.

Ascensioni:
Punta Gnifetti e Capanna Osservatorio Regina Margherita m. 4554 (ore 4)
Al Bivacco Giordano m 4167, ore 2.
Alle vette centrali del Monte Rosa, dal Lyskamm alla Dufour.

Punta Zumstein m. 4561 (ore 4)
Punta Dufour m. 4633 (ore 6)
Punta Parrot m. 4436 (ore 3, 30’)
Ludwgshohe m. 4342 (ore 2,30’)
Corno Nero m. 4322 (ore 2,30’)
Balmenhorn m. 4167 (ore 2)
Piramide Vincent m. 4215 (ore 2)
Lyskamm Orientale m. 4527 (ore 4)

Attenzione: difficoltà alpinistica e alta quota, rifugio NON custodito in inverno. Richiede attrezzatura da alta montagna e conoscenze alpinistiche. Verificate sempre le condizioni meteo.