Un nido d’aquila alla base della Punta Parrot

Proprietà: CAI sezione di Varallo

Metri 3260 slm
Sulla parete valsesiana del Monte Rosa, alla base della Parrot
Posti: 12 – Locale invernale: si – Posti invernale: 12

Dormitorio con 12 posti letto (materassi e coperte), locale soggiorno con una cucina con gas e pentole, stufa a legna (provvedersi alla legna). Acqua a pochi metri a destra (est).

Contatti: 016351530 CAI Sezione di Varallo
E-mail: [email protected]

Apertura

Capanna non custodita e sempre aperta. Si consiglia il sacco a pelo. Provvedersi alla legna per la stufa.

E’ costruita in legno e rivestita in rame. Ha due locali: un dormitorio con 12 posti letto, materassi e coperte, ed un locale soggiorno / cucina con gas e pentole. Acqua nelle vicinanze.

Costruita in panoramica posizione, incastonata sulla parete sud della Punta Parrot, a dominio dell’alta Valle del Sesia.

Accesso dalla Località Acqua Bianca, Alagna, carrozzabile 3 km circa.
Ore 5.30 (itinerario 7/6a e 6)

Si raggiunge dal Rifugio Pastore all’alpe Pile seguendo il sentiero sul fianco destro del Sesia. Si supera il ponticello sul torrente Bors e si prosegue tra le ontanelle ad attraversare il torrente che scende dal Ghiacciaio delle Piode sfruttando un tronco (a volte il volume d’acqua può creare notevoli difficoltà). Per un ripido pendio dove il sentiero diventa incerto si raggiunge la base della lunga morena che divide il bacino delle Piode da quello del Sesia. Con lungo e faticoso cammino si percorre tutto il filo della morena deviando poi a sinistra per una cengia detritica sovrastante il ghiacciaio delle Piode: Per un canalino (corda fissa) si supera un gradino roccioso e per una serie di cenge si raggiunge lo sperone su cui sorge la capanna che si guadagna volgendo a sinistra dopo un’ultima placca (corda fissa). Circa 5 ore.

Da ALAGNA VALSESIA raggiunta lungo la strada dell’Acqua Bianca la cascata omonima, si può proseguire oltre le Caldaie del Sesia e la Casa del Parco fin nei pressi dell’alpe Vigne (Rif. Barba Ferrero) e da qui attraversare il Sesia (spesso è posizionato un asse per facilitare la traversata che in caso di alta portata può essere di notevole difficoltà) per raggiungere la base della morena sull’itinerario precedente.

La capanna fu ideata e fortemente voluta dai Fratelli Giovanni Battista e Giuseppe Fortunato Gugliermina per facilitare le salite dal versante meridionale del Monte Rosa. Realizzata nel 1902 fu più volte rinnovata.

Attenzione: capanna non custodita, itinerario escursionistico impegnativo.

Itinerari, escursioni, traversate o ascensioni possibili

Traversate:

Traversate alpinistiche di grande impegno e difficoltà, riservate ad alpinisti esperti, possono essere effettuate attraverso il Colle Vincent, il Colle Zurbriggen, il Colle delle Piode, il Colle Sesia verso i ghiacciai del Lys e del Grenz.

Altrettanto impegnativa quella verso la Capanna Resegotti per i ghiacciai del Sesia e delle Locce.

Ascensioni:

Alla Punta Parrot per le alpinistiche vie della parete Sud.
Alle Punte Giordani, Vincent, Corno Nero e Ludwigshohe.

Capanna Gugliermina su Wikipedia

Attenzione: i percorsi sono considerati impegnativi.